Ultima modifica: 28 Marzo 2019
Home > Circolari > Riammissione a scuola degli alunni con gessi, suture, stampelle, prognosi etc.

Riammissione a scuola degli alunni con gessi, suture, stampelle, prognosi etc.

Precisazione per le famiglie e per il personale scolastico.

Istituto Comprensivo Statale “G. Cavalcanti”

Via Cavalcanti 11 – 20098 San Giuliano Milanese – Tel. 02 9848341

Circolare N° 51

San Giuliano Milanese, 28 Marzo 2019

 

Al personale Docente/ATA

Alle famiglie

Al sito

         Pc Al Dsga

         Pc Al Rspp

Oggetto: Riammissione a scuola degli alunni con gessi, suture, stampelle, prognosi etc.

 

Con la presente si precisa, alle famiglie e al personale scolastico: che le norme scolastiche prevedono che gli alunni, reduci da infortuni di varia natura, non possono frequentare la scuola nel periodo coperto dalla prognosi.

Tuttavia, il genitore può presentare apposita richiesta di riammissione al Dirigente Scolastico, corredata da certificazione nella quale si attesti che l’alunno/a, nonostante l’infortunio subito o l’eventuale impedimento (gessi, fasciature, punti di sutura) è idoneo/a alla frequenza scolastica.

Ove il referto medico sia quello rilasciato dagli enti ospedalieri al momento dell’infortunio, è necessaria una ulteriore CERTIFICAZIONE MEDICA SPECIALISTICA che attesti espressamente la non sussistenza di ostacoli alla frequenza delle lezioni da parte dell’alunno/a.

In particolare, nel rispetto delle vigenti norme sulla sicurezza nei luoghi pubblici, la richiesta di accesso di alunni temporaneamente deambulanti con stampelle o sedie a rotelle, verrà valutata caso per caso; nella scuola dell’infanzia, si potranno modificare i tempi di presenza a scuola, in base all’entità e alle limitazioni che gesso, stampelle e/o altro possono arrecare.

Può essere previsto un ingresso e/o una uscita lievemente posticipati per evitare i momenti di ressa, ma, pur adottando le precauzioni onde evitare pericolosi contatti con i compagni o per agevolare movimenti dell’infortunato/a all’interno dell’aula, SI RICORDA che la scuola è un ambiente ad alto affollamento e non è sterile (in caso di punti o ferite).

Inoltre l’alunno deve essere autonomo per affrontare una eventuale evacuazione in caso di emergenza.

Si raccomanda un contributo fattivo per una efficace organizzazione. Si richiama l’attenzione dei docenti sull’applicazione della norma affinché il rientro a scuola degli alunni con prognosi non sia consentito senza l’autorizzazione del Dirigente Scolastico.

Alle famiglie si richiede il rispetto dell’iter sopra descritto, corredando la richiesta avanzata compilando il modulo presente sul nostro sito Web relativo alla documentazione medica richiesta e della “presa di responsabilità” da parte dei genitori/tutori del/della minore.

Non si prenderanno in considerazione le richieste incomplete.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Stefania Ruberto

Documento firmato Digitalmente